Covid19 e psicologia a domicilio

La pandemia da Covid-19 ha avuto un forte impatto sulle vite di tutti, com’è narrato nel mito del vaso di Pandora questa emergenza sanitaria ha scoperchiato le fragilità di tanti. Le misure di contenimento che abbiamo dovuto mettere in atto hanno portato ad un aumento della sofferenza psicologica. Tale sofferenza ha assunto forme differenti come Ansia Generalizzata, Attacchi di Panico, Hikikomori, Fobie Sociali, Ipocondria, Sintomi Depressivi come Calo dell’Umore, Perdita o Aumento dell'appetito, Disturbi del Sonno, Perdita di Memoria e Cefalee. 

 

Ma come ci racconta il mito, nel fondo di quel famoso vaso rimase la Speranza e Filomente attraverso i percorsi di Psicologia a Domicilio si propone di  favorirne la riscoperta.

Il servizio domiciliare permette di andare incontro ai bisogni delle persone che hanno subito a livello psicologico un impatto maggiore, entrare nelle case permette di superare il blocco di raggiungere lo studio e di costruire dei percorsi di sostegno che promuovono le risorse personali.

 

L’emergenza covid-19 e la psicologia a domicilio possono sembrare ad una prima occhiata due strade che non si incontrano, tuttavia seguendo le indicazioni sulla prevenzione (distanziamento  sociale, utilizzo dei dispositivi di protezione come le mascherine e igienizzazione delle mani) è possibile lavorare in sicurezza. Il servizio è stato pensato anche per tutte quelle persone che hanno contratto il covid-19 e si trovano nella condizione di doversi isolare nella propria casa. Non abbandoniamo nessuno e si propongono per tutta la durata della quarantena incontri online che termineranno appena la persona sarà negativa al tampone molecolare rilasciato dall’Ats valutando caso per caso la soluzione più sicura sia per il paziente e per il professionista.

 

Il servizio di psicologia domiciliare permette, a tutti quelli che ne hanno bisogno, di ricevere il sostegno che diversamente non avrebbero. Questa formula permette al paziente di vivere il percorso in un luogo sicuro come la propria casa ed al tempo stesso lo psicologo ha l'opportunità di cucire un percorso personalizzato in quanto può vivere le problematiche dove hanno origine.

 

Con l’arrivo della pandemia è stato riscontrato in alcune fasce di età un aumento delle patologie citate. 

Nei giovani sembra che si siano annidati i sintomi legati all’ansia, la fobia sociale e l’isolamento come nella sindrome del Hikikomori, che porta giovani adulti e adolescenti al ritiro sociale.

L’isolamento che hanno vissuto le persone più anziane ha invece incrementato le sindromi depressive. 

 

Filomente desidera avvicinare la psicologia alle persone anche durante questo periodo storico, così apparentemente incline alla solitudine, in modo da far uscire dal vaso quella speranza che ci riporterà a vivere.