EMDR e Psicologia a Domicilio




L’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing, Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari) è un approccio psicoterapeutico strutturato che tratta diversi tipi di trauma e lo stress legato ai traumi. Si basa sulla stimolazione bilaterale, ad esempio sui movimenti oculari alternati o su altri tipi di stimolazione alternata destra-sinistra per migliorare la comunicazione tra i due emisferi cerebrali.


I traumi trattati possono essere suddivisi in: traumi con la T maiuscola, per definire eventi di vita violenti, inaspettati, improvvisi (incidenti stradali, lutti, catastrofi naturali, guerre, attentati, ecc.) e in traumi con la t minuscola per definire traumi relazionali, ovvero la ripetuta esposizione a figure di attaccamento disfunzionali (genitori o chi ne fa le veci) oppure a contesti familiari patologici.


Il trauma e lo stress post-traumatico potrebbero condizionare lo svolgimento delle attività quotidiane, ad esempio anche uscire dalla propria casa potrebbe diventare un'impresa insormontabile, a seconda della tipologia del trauma subito. Questo approccio psicoterapeutico può essere portato anche a domicilio, qualora fosse necessario. È importante valutare ogni singolo caso e creare prima di tutto una buona alleanza terapeutica con la persona con la quale si strutturerà il lavoro sul trauma.


Le sedute di EMDR possono essere emotivamente molto intense e per questo motivo è necessario che la persona sia informata in anticipo rispetto alla possibilità di reazioni di pianto o di affaticamento a fine seduta e/o nei giorni successivi alla seduta. Nei casi in cui è possibile e quando la/lo psicoterapeuta lo ritiene opportuno si può valutare di proporre alla persona il passaggio dal domicilio allo studio.


Filomente Psicologia



6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti